Calliope e le letture irriverenti

Calliope e le letture irriverenti

Gli stereotipi sono come l’acqua per i pesci, proprio perché ci circondano e sono ovunque non li vediamo più. 
(Forest Wallace)

“La Principessa Azzurra”
Laboratorio di decostruzione degli stereotipi di genere

Durante i primi anni dell’Infanzia, le bambini e i bambini si confrontano con il concetto di differenza: differenza tra sé e il mondo, differenza tra le persone e gli oggetti che lo abitano, tra le situazione che lo animano. Ciò può avvenire in termini di accoglienza, ma anche di diffidenza e di paura. Il veicolo di queste informazioni è inevitabilmente il mondo adulto, con i suoi comportamenti e le sue parole, con i suoi timori e le sue resistenze.

Il laboratorio creativo sarà un’occasione per aprirsi a un’educazione rivolta al riconoscimento e al rispetto delle differenze di genere.

“C’era una volta una bambina di nome Azzurra e un bambino di nome Rosino…”

(Laboratorio dedicato ai bambini della classi 1^, 2^ e 3^ della scuola primaria)

 

 

Se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,  lui passerà tutta la vita a credersi stupido.
(Albert Einstein)

“La mappa non è il territorio”

Non è sufficiente che un genitore, un insegnante e/o un esperto conosca tecnicamente i Disturbi Specifici dell’Apprendimento e gli strumenti compensativi o qualsiasi altro disturbo evolutivo dello sviluppo, affinché il bambino raggiunga una serenità nei suoi contesti di vita e formativi.

Si affronterà il tema delle differenze tra compagni di classi, con l’obiettivo di dar importanza agli aspetti emotivi e di pensiero dei bambini nei loro contesti di vita e scuola, attraverso una lettura emozionale.

A seguire un laboratorio creativo rivolto alla ricerca di ciò che ci rende unici.

(Laboratorio dedicato ai bambini delle classi 4^ e 5^ della scuola primaria)

 

 

Progetto di lettura animata: “ Scoprire e immaginare… ad alta voce”

Il laboratorio di “lettura animata” nasce dalla consapevolezza che la scoperta e la fantasia siano di fondamentale importanza per lo sviluppo affettivo-relazionale e intellettivo in età evolutiva.

Psicologi e psicoterapeuti come B. Bettelheim, P. Santagostino o pedagoghi come G. Rodari, o, ancora, grandi scrittori quali I. Calvino e L. Santucci, solo per citarne alcuni, hanno sottolineato come attraverso la scoperta e la fantasia i bambini possano ritrovare stimoli psicologici per spiegare a loro stessi avvenimenti emotivi intensi, che difficilmente potrebbero elaborare attraverso una spiegazione razionale fornita dall’adulto, seppur motivato da dinamiche di comprensione e interesse alla vita interiore del bambino: per riuscire a dialogare a pari linguaggio con i giovanissimi è importante che l’adulto comprenda l’importanza della lettura ad alta voce.

Nell’attuale contesto socio-culturale, sia in età prescolare che scolare, spesso i bambini si trovano di fronte ad un mondo di stimoli confezionati su misura che li privano di quegli elementi di “sforzo” necessari ad uno sviluppo istintivo e spontaneo della curiosità e della fantasia. L’allenamento a queste due basilari caratteristiche dello sviluppo psicologico e intellettivo aiuta il bambino ad esprimersi in modo appropriato a livello verbale-espressivo attraverso riflessioni, considerazioni, immaginazioni, curiosità da soddisfare. Inoltre, in età scolare, lo aiuta a superare la difficoltà a seguire una traccia, a volte costituita dal solo titolo per la composizione scritta, senza che il candore del foglio bianco possa essere considerato un nemico da temere.

Il laboratorio si rivolge ai bambini dai tre agli undici anni (Scuola dell’Infanzia e Primaria) e offre loro la possibilità di capire meglio se stessi e il mondo che li circonda, maturando la percezione della realtà interiore; inoltre, affina la percezione della realtà oggettiva senza il rischio di confonderla con quella virtuale con la quale troppo spesso si confondono.


Calliope – Associazione Artistica e Culturale | Sede sociale a Bergamo, Via San Bernardino n.152 | C.F. 95229330162